Area Riservata

Metodo di anticontraffazione a copertura globale

Progetto: ottenere una robusta protezione dalla contraffazione per i prodotti Made in Italy ad un costo di infrastuttura limitato (di fatto nullo) legato allo sfruttamento intelligente portato dalle nuove tecnologie. 

Procedura: la abbiamo chiamata a doppia o tripla chiave di controllo per il livello crescente di protezione che può essere implementata.Senza ripetere quanto già spiegato nella pagina di descrizione del prodotto offerto, segnaliamo qui i motivi che fanno del nostro un codice molto sicuro e praticamente impossibile da tentare di individuare oltre a quello/quelli di cui l'ipotetico contraffattore può essere in posseso in quanto ha la/e copia/e stampata/e:

  • è ottenuto random da Excel con un primo algoritmo di trasformazione (semplice, ma comunque da individuare) dal dato prodotto dalla funzione a quello mostrato in chiaro. In quanto random nessuno è in grado di stabilire quali numeri sono stati generati
  • da questo numero si deriva il codice di controllo con un altro algoritmo che prende la sua base di calcolo da uno di quelli standard (comunque non dichiarato e quindi da individuare)
  • l'individuazione è praticamente impossibile perché il codice di controllo è ottenuto con un algoritmo proprietario segreto il cui risultato deriva da un moltiplicatore che ha tanti decimali quanti si vuole e questo rende impossibile, per chi non abbia la serie completa dei codice, di risalire all'algoritmo. Con la serie completa infatti si potrebbe risalire all'algoritmo attraverso una regressione lineare, ma se la lista esce da dove deve essere custodita ... non c'è sistema che tenga.
  • il codice può essere "mascherato" in un Bar Code. Nei sistemi più sicuri si ha una una doppia codifica con due numeri derivati da due serie ottenute con la modalità vista sopra. Il primo è "nascosto" in un QR Code che interroga il data-base sul cloud attraverso un form che si aucompone consentendo in questo modo (o meno) l'accesso al codice di controllo in chiaro. Digitato il codice di controllo il sistema fornirà le possibili risposte logiche:
    • il codice esiste ma non è mai stato utilizzato: mentre viene registrato sul data base l'ora, il luogo e quanti altri elementi si saranno richiesti nel form, esce un messaggio del tipo: "complimenti il prodotto che hai acquistato è autentico" (circostanza che potrebbe comunque non essere vera ma che consente di tracciare il falso)
    • il codice esiste ma è già stato utilizzato: il messaggio che esce potrebbe essere il seguente. "ATTENZIONE questo codice è già stato caricato il giorno gg/mm/aaaa per un prodotto acquistato nel negozio xxxxxxxxxxxx di nomecittà. Se sei stato tu non tenerne conto altrimenti ci potremmo trovare di fronte ad un falso. Non è detto che il falso sia il tuo, faremo le necessarie verifiche e, nel caso il falso fosse quello che hai tu, provvederemo alla sostituzione". Naturalmente da qui partirà una indagine dal risultato semplice dovendo essere tutta la merce tracciata attraverso documenti di consegna che consentono di risalire tutta la Catena.
    • il codice non esiste: siamo di fronte certamente ad un falso e quindi il messaggio potrebbe essere il seguente: "ATTENZIONE questo prodotto è un falso. Sarà nostra cura risalire al motivo di questa situazione mentre nel contempo ti faremo avere un prodotto originale."

Prodotto: sono numerossime le possibilità di accesso al data base. Il più semplice e più vantaggioso dal punto di vista Marketing è una langing page del nostro sito "vestita" con la grafica del Sito del nostro Cliente. Ma può essere anche una pagina del sito del nostro Cliente e sarà nostra cura fornite tutto il know-how per l'installazione.

Possibili sviluppi per corGae: disporre di uno strumento economico capace di tutelare i prodotti dei nostri Clienti, se accompagnati.dalle nostre stampe, al pari dei più costosi sistemi di anticontraffazione globali,