Area Riservata

Stampati in realtà aumentata

Progetto: un nostro primario cliente, multinazionale costruttrice di macchine per il packaging, aveva necessità di proporre una nuova modalità di comunicazione per il lancio di una nuova macchina dalle caratteristiche “rivoluzionarie”. Occorreva quindi qualcosa di speciale del tipo del lancio di una presentazione multimediale ma non attraverso lo “scontato” QR-code.

Procedura: dopo una lunga ricerca la soluzione è stata trovata nel prodotto di una start-up statunitense, la Link Technology, azienda che mette nelle immagini una filigrana invisibile all’occhio umano e che può richiamare una qualsiasi link multimediale. Esattamente come il QR-code, ma in una modalità molto più elegante e accattivante. Il completamento della ricerca è consistito nell’apprendimento e formazione per poterla applicare.

Possibili sviluppi per l’azienda: con l’acquisizione di questa tecnologia l’azienda è in grado di proporre modalità nuove e accattivanti di comunicazione vendibile nei più disparati settori che possano richiedere una risposta multimediale o l’interazione con uno stampato.

Considerazioni post sperimentazione: se è vero che la filigrana nascosta nell'immagine può creare un effetto sopresa accattivante, è altrettanto vero che senza una indicazione che quella immagine ha la "sorpresa" diventa difficile individuare il da farsi. Inoltre occorre scaricare un software capace di leggere quella filigrana. Per quanto agevole, non è come il "banale" lettore di QR code che se non proprio tutti, molti hanno sul telefonino.
Riteniamo quindi che il "vecchio e caro" QR Code sia ancora lo strumento più adatto per queste iniziative.
Può derogare, per esempio, ul libro scolastico nel quale tutte, o la maggior parte delle immagini, hanno un collegamento multimediale. In questo caso l'opera può trarre vantaggio da una "cosa diversa" dal QR Code, anche se sarà probabilmente necessario individuare, con una semplice icona, le immagini che possono dare vita ad un approfondimento.

Sviluppo in anticontraffazione: proprio la difficoltà di individuare la presenza che, se non indicata è di impossibile rilevazione per l'occhio umano, apre la tecnologia ad una modalità, molto potente, di anticontraffazione.