Area Riservata

  • Home
  • Stampa certificata ISO 12647-2:2013

Stampa certificata ISO 12647-2:2013

In quanto 'tipografia digitale' dovremmo far riferimento alla ISO 15311 ma la norma è rimasta a livello di TS=specifica tecnica e non è dato sapere se e quando diventerà norma standard.

Al momento esistono i documenti:

  • ISO/TS 15311-1:2019
    Graphic technology — Print quality requirements for printed matter — Part 1: Measurement methods and reporting schema
  • ISO/TS 15311-2:2018
    Graphic technology — Print quality requirements for printed matter — Part 2: Commercial print applications utilizing digital printing technologies

Essi fanno riferimento al documento Fogra “PSD, Process Standard Digital” che è stato tradotto in italiano da TAGA.

Anche se siamo consapevoli di quanto una tecnologia di stampa deve esprimere se stessa, la convinzione corrente e il tipo di clientela servita impongono che il nostro prodotto in stampa digitale somigli il più possibile alla stampa offset e laddove se ne discosta lo faccia sfruttando il maggior gamut che consente un miglioramento qualitativo estetico rispetto alla vivacità dei colori.
È per questi motivi che facciamo riferimento alla ISO 12647-2:2013, nata per l'offset, ma può essere applicata a qualsiasi processo di stampa che ne rispetta l'impostazione e le tolleranze.

Applicabilità della ISO 12647-2:2013 e conformità alla ISO 12647-2:2013

ISO 12647 2Sebbene la ISO 12647-2:2013 dichiara come scopo essere una norma dedicata all’offset con espressa inapplicabilità alla stampa digitale come recita questa parte della norma

"This part of ISO 12647 is not applicable to processes other than offset such as printing directly from digital data where there is no intermediate image carrier, or where the image carrier can be refreshed for each impression and thus each impression can be different in content."

nell'introduzione alla stessa consente a tutti i tipi di stampa, quindi anche alla stampa digitale, di rapportarsi ad essa per potersi considerare conforme quando

"A print is therefore in conformance with this International Standard when:

  • the colorimetric aims of the process colours, defined by the general printing conditions and using typical means of inking, are achievable;
  • by agreement between all parties, an additional printing condition is established and aim values for this printing condition are clearly communicated, for example by exchanging a characterization."

Quindi, come è stato verificato negli stampati corGae durante l’audit del TÜV Sud per la certificazione rispetto alla ISO 12647-2:2013, qualora

  • sono raggiungibili gli obiettivi colorimetrici dei colori di processo, definiti dalle condizioni generali di stampa e utilizzando mezzi tipici di inchiostrazione
  • con l'accordo tra le parti, viene stabilita una condizione di stampa aggiuntiva e vengono indicati chiaramente i valori obiettivo per questa condizione di stampa, ad esempio scambiando una caratterizzazione

una stampa è conforme alla ISO 12647-2:2013.

È sulla base di queste verifiche che la nostra azienda ha ottenuto la certificazione conforme ISO 12647-2:2013 per le proprie Printing condition su carta patinata e uso mano, nonché per per FOGRA39, FOGRA47, FOGRA51 E FOGRA52.

Come certifichiamo le nostre stampe digitali

Certificare una stampa è un processo lungo che richiede la verifica di un campione significativo di fogli che debbono, globalmente, rispondere ai requisiti della norma in tutti questi aspetti:

  • rispondenza colorimetrica dei pieni = valutazione del ΔE
  • valutazione della differenza di tinta = ΔH
  • valutazione del grigio neutro = ΔCh
  • curva TVI 

Per velocizzare le procedure abbiamo realizzato una scaletta di controllo e un foglio di calcolo che ci consente di ottenere tutti quei dati contemporaneamente.

Tenendo conto che le nostre tirature non sono mai elevatissime abbiamo stabilito che 10 letture sono la quantità giusta per valutare una stampa digitale che difficilmente eccede i 1.000 fogli. Dal punto di vista statistico la procedura è sicuramente valida fino a 5.000 fogli, pari a un campione ogni 50 fogli.

Le stampe campione vengono lette e i valori inseriti nel foglio Excel qui sotto che fornirà la conformità, o meno, per la caratterizzazione in esame

StampaCertificata 2
Certifichiamo stampe in base alla ISO 12647-2:2013 per le caratterizzazioni di cui siamo certificati:

  • FOGRA39 intesa come addition printing condition per le carte patinate e misurazione in M0
  • FOGRA47 intesa come addition printing condition per le carte uso mano e misurazione in M0
  • FOGRA51 intesa come addition printing condition per le carte patinate e misurazione in M1 (a differenza di quanto si pensa non è lo standard ISO che di fatto è solo teorico1)
  • FOGRA52 intesa come addition printing condition per le carte uso mano e misurazione in M1 (a differenza di quanto si pensa non è lo standard ISO che di fatto è solo teorico1)
  • corGae_IndS2_SFS intesa come addition printing condition corGae per le carte patinate e misurazione in M1
  • corGae_IndS2_AEW intesa come addition printing condition corGae per le carte uso mano e misurazione in M1

 __________________

  1. L'ultima ISO 12647-2 è uscita nel 2013 con 8 caratterizzazioni di cui la 1 e 5 facevano riferimento ai PS1 e PS5 (Print substrate), rispettivamente per le carte patinate e uso mano. FOGRA51 è uscito il 30 settembre 2015, dopo quasi due anni dalla pubblicazione della ISO 12647-2:2013 avvenuta nel dicembre di quell'anno. FOGRA51, e ancor più FOGRA52 sono diversi dalle Printing condition PC1 e 5 come spiegato nella news che pubblicammo nell'occasione.