Area Riservata

La simulazione con quadri, esa ed eptacromia

simulazione 4 6 7 colL’immagine di sinistra mostra il Gamut FOGRA51 e il ΔEab rispetto ai colori Pantone® che stanno al suo esterno. Analogamente l’immagine al centro mostra il Gamut della esacromia corGae CMYKOG e il ΔEab rispetto ai colori Pantone® che stanno al suo esterno, mentre a destra abbiamo lo stesso confronto con l'eptacromia CMYKOGV. Più la linea è lunga e più i colori sono lontani, il che equivale a "non riproducibili".

Rispetto al FOGRA51, nella esacromia CMYKOG le linee sono lunghe solo nei blu/viola, colori che sono in larga parte coperti con una stampa in esacromia CMYKOV, ovvero dove il green è sostituito dal violet, oppure con l'eptacromia CMYKOGV.

Le immagini mostrano con evidenza visiva la reale possibilità di aumentare la riproducibilità dei colori Pantone® con la esacromia e ancor più con la eptacromia e questo è un servizio che corGae consiglia per le tirature più brevi che non giustificano l’investimento di creare e mettere in macchina un colore speciale. Poichè la percezione del colore - al di la della oggettività di una misurazione - è anche un fatto personale che dipende dal contesto, corGae mette a disposizione strumenti di avvicinamento personalizzato di un colore attraverso la Ricerca on-press, una utilità HP Indigo che consente il raggiungimento della soddisfazione cromatica.

simulazione 7 co dE excelll

Sul foglio Excel Simulazione Pantone ΔE esa-eptacromia.xlsx che potete scaricare gratuitamente, le linee sono indicate nel loro valore numerico. Da quei dati si evince che l'80% della classica mazzetta Pantone® coated può essere riprodotta in eptacromia con le nostre HP Indigo entro ΔEab 3 e quasi il 90% entro ΔEab 5. I valori si riducono in esacromia e valgono, 69% e 77% per HEXACHROME® CMYKOG di Pantone® mentre si raggiunge il 68% e 77% per INDICHROME® CMYKOV di Indigo. Naturalmente le tinte interessate sono diverse tra un metodo e l'altro come potrete verificare dal foglio Excel.

Sullo stesso foglio è indicata la ricetta per ottenere la simulazione Pantone® nei vari metodi. Non è indicata la ricetta per la quadricromia in quanto è automatica, come automatica può essere la separazione sui nostri RIP HP per INDICHROME®, essendo questa una modalità proprietaria Indigo disponibile sulle macchine. Per HEXACHROME® ma anche per l'eptacromia potete scaricare i profili da caricare in Photoshop da questa pagina dove trovate  le istruzioni di separazione.

Si consigliano coloro che intendono utilizzare una di queste tecniche di verificare in sede la reale disponibilità di macchina. Il cambio inchiostri infatti è una procedura lunga e quindi i tempi di risposta potrebbero non essere compatibili con la tradizione digitale del bene e subito.

Per i colori fuori dal Gamut c'è poi l'ultima possibilità che è la creazione e stampa con un colore Pantone® vero che possiamo ottenere con nostro Ink Mix System e di cui potete trovare maggiori informazioni a questa pagina.

Esacromie vs Eptacromia

Per far posto all'inchiostro Silver per metallizzare i colori sulla HP Indigo 7900 e poter mantenere in linea il Primer sulla HP Indigo 12000 HD abbiamo deciso di rinunciare alla Eptacromia e utilizzare, in funzione delle esigenze del progetto, INDICHROME® o HEXACROME® e ciò tenendo conto che se un colore è nella zona del Green  non può essere contemporaneamente nella zona del Violet. Quindi, anche senza l'Eptacromia in linea, possiamo raggiungere quasi il 90% delle simulazioni Pantone®.