Area Riservata

Punto di bianco e differenze nei colori

Il punto di bianco del supporto può indurre modifiche sostanziali all'aspetto di una immagine tanto che si può dire, a ragione, che la carta è un quinto colore. Questo aspetto genera dei grossi problemi in fase di verifica di una stampa in quanto non si può confrontare una cromia stampata su un supporto che ha il punto di bianco diverso dalla caratterizzazione di riferimento.

Una soluzione a questa problema ce la fornisce la tecnologia SCCA (Substrate Corrected Colorimetric Aims) sviluppata dal RIT, Rochester Institute of Technology, presa a base dell’allegato B della ISO 12647-2:2013. Con questa funzione è possibile definire il colore atteso se il supporto, purché dello stesso tipo (patinata piuttosto che uso mano) differisce di un ΔE00 non superiore a 5 rispetto al punto di bianco del riferimento.

Purtroppo qualcuno ha confuso questa possibilità di controllare in misurazione con la somiglianza dei colori, che possono essere visivamente anche molto distanti, e ha avuto delle sgradite sorprese quando ha cambiato supporto, magari per risparmiare, senza porsi il problema del risultato. Ciò è avvenuto spesso in cartotecnica, mondo nel quale è raro che il punto di bianco di un cartoncino di una monopatinata prodotto da una cartiera sia uguale a quello di un'altra..

Leggi tutto

Se non è quello giusto, un profilo colore può creare danni

La scena è quella classica di una sala stampa, digitale o offset che sia. Si stanno stampando un certo numero di cataloghi diversi di uno stesso Brand. Stampato il primo, il secondo ha il colore della Brand identity completamente diverso. Panico generale. La prima cosa è andare a veder i file. I valori della Brand identity del primo file sono C80M29Y0K0, ma maledettamente anche il secondo è C80M29Y0K0. Il panico aumenta: l'impianto non funziona più?

Per verifcare si stampa la forma test che, alla vista, sembra buona. La si misura: tutto OK. Sarà stato un problema momentaneo: si ritenta la stampa del secondo catalogo ma non c'è verso il problema permane. Cosa ci sarà di tanto misterioso?

Leggi tutto

Convertire per stampare o simulare per vedere?

C'è una notevole confusione al riguardo e i comportamenti non sono sempre i più appropriati. Proviamo a spiegare i meccanismi che stanno alla base di queste azioni in modo da applicare le più appropriate. Come concetto di fondo riteniamo che, laddove c'è una ragionevole certezza che lo stampatore gestisca correttamente il colore, è sempre meglio non convertire, in particolare le immagini RGB. Qualsiasi conversione verso la stampa non potrà che togliere possibilità cromatiche visto che anche il più grande degli spazi colori CMYK è sempre più piccolo di un RGB.

Leggi tutto

Referenze C o U, l'altro grande equivoco delle mazzette solid Pantone

Una referenza C piuttosto che l'omologa U di una mazzetta Solid Coated o Solid Uncoated non sono colori campione da potersi scegliere pensando poi di ottenerli in stampa, ma il risultato che con una certa miscelazione delle basi Pantone® si ottine su una carta patinata (coated in inglese, quindi C) o uso mano (uncoated in inglese quindi U).

Se tentare di ottenere i valori colorimetrici L*a*b* di una referenza U su una carta patinata è in qualche modo possibile, il contrario lo è molto più raramente, almeno in stampa offset.

Leggi tutto

Sito classico, blog tematico o tutti e due: corGae.it

Blog Sito - corGae.itIn origine il blog doveva essere una sezione e doveva ruotare attorno agli Appunti di prestampa, una serie di oltre 400 slide nate per un corso post-diploma da svolgere agli Artigianelli di Milano. Sono 15 capitoli per altrettanti gruppi di lezioni con l'intento di spiegare il mestiere che ci ha visto nascere, vale a dire come impostare correttamente un file PDF per ottenere una buona stampa.

Leggi tutto

Esacromia in stampa digitale: IndiChrome Vs Hexachrome

Sono le due modalità di esacromia (6 colori) che proponiamo con i nostri sistemi di stampa digitale HP Indigo. IndiChrome® è il metodo proprietario HP Indigo mentre Hexachrome è della Pantone®. Adempiono a due esigenze diverse: IndiChrome® aumenta il Gamut, cioé la capacità di ampliare la gamma cromatica, sia per le tinte calde (orange) che quelle fredde (violet), Hexachrome® per quelle calde (orange) e quelle riposanti (green).

Leggi tutto

Il grande equivoco delle Palette Pantone

C'è un grande equivoco tra i grafici rispetto alle Palette Pantone® che, il più delle volte, vengono usate in modo improprio e sono fonte di errori in stampa subdoli e talora disastrosi. Soprattutto oggi che non gira più la carta, non si vedono più le ciano che riproducono esattamente il contenuto della bitmap stampata (a parte il colore), ma si fa tutto via Internet: invio dei file, visto si stampi da remoto con file non sempre controllati come si deve.

Lungi da noi affermare che era meglio quando c'erano le ciano! Però quando c'è una innovazione non bisogna prendere il nuovo e comportarsi come col vecchio. Queste nuove potentissime e meravigliose tecnologie richiedono nuove competenze. Non sono tante, ma vanno conosciute.

Leggi tutto

Giocate con noi: quanto conoscete il colore e il PDF?

QrCodeQuizColoreIl form presente in questa pagina era stato preparato come esempio Demo stampato sul nostro folder di lancio della TRILOGIA corGae: Colore, Dato variabile, Anticontraffazione. È organizzato per mostrare come è possibile, con uno stampato che contiene un QR Code, fare navigare un internauta sul proprio Sito.

In pratica il nostro ipotetico Cliente ha creato uno stampato nel quale in una pagina clou stampa il QR Code col quale intende creare interattività. La tecnica qui usata è porre domande a mo' di tutorial organizzate in modo che, mentre spiegano una tecnologia, ne mostrano le principali caratteristiche e, se occorre, i limiti.

Leggi tutto