Area Riservata

Pantone®: ambasciatore del colore o fonte di contestazioni?

Non c'e due senza tre: in due articoli precedenti Il grande equivoco delle Palette Pantone e Referenze C o U, l'altro grande equivoco delle mazzette solid Pantone abbiamo messo in evidenza due dei tre grandi equivoci che ruotano attorno alla tecnologia Pantone®. Qui vogliamo mettere in evidenza come il grande merito di essere ambasciatore delle referenze cromatiche abbia come rovescio della medaglia il fatto che molte delle contestazioni colore nascono proprio dall'uso, per quanto improprio, delle referenze Pantone®.

Leggi tutto

colori speciali in stampa digitale HP Indigo

Colori speciali in stampa digitale HP Indigo

La stampa digitale, nel nostro caso HP Indigo 7900 (A3+) e 12000 HD (50x70), offre l’opportunità di ideare progetti grafici davvero originali grazie agli inchiostri speciali ora in commercio.
Alcuni di questi sono noti, altri invece sono novità degli ultimi anni e non sempre adottati dalle aziende di stampa per motivi di praticità e tempi di produzione.
Ma se desiderate aggiungere un tocco di creatività e sussistono tempi di consegna adeguati al progetto, allora è possibile creare materiali di comunicazione degni di essere esposti in vetrina.

Leggi tutto

Come aumentare il gamut aggiungendo inchiostri: pentacromia, esacromia, eptacromia

La consapevolezza, da parte del grande pubblico anche mediamente professionalizzato, che un'immagine stampata, soprattutto se in una pubblicazione di pregio, non sia in grado di rappresentare correttamente i colori è conquista recente. A nostro giudizio nasce nel momento in cui i grafici e i fotografi hanno cominciato a fare post produzione dei loro scatti digitali.

Prima l'immagine andava in fotolito e poco si sapeva dei limiti di una conversione da un ampio spazio RGB ad un angusto spazio CMYK.
È solo quando grafici e fotografi hanno cominciato a convertire immagini con cieli azzurri, zone violette o sature di arancio o di verde che vi è stata la percezione consapevole dei limiti della stampa rispetto ai colori.

Leggi tutto

La storia degli scanner cosiddetti CMYK e l'avvento degli ICC

Qualche decennio fa chi faceva fotolito non conosceva l'RGB. C'erano dei super scanner dal costo proibitivo che, si sosteneva, "lavoravano esclusivamente" in CMYK. Quello che usciva da quelle macchine era praticamente insindacabile, non fosse altro che il prezzo dell'attrezzatura incuteva rispetto a prescindere.
La qualità della riproduzione era dovuta a un mix di ottica, meccanica ma, soprattutto, separazione (da RGB a quadricromia, quindi non è vero che lavoravano solo in CMYK). Le grandi case: Crosfield, Hell, Dainippon, ecc. si contendevano la qualità che era principalmente la modalità di separazione. Cioè un "semplice" ICC ante litteram, che oggi otteniamo gratuitamente da mille fonti.

Leggi tutto

Progettare la filiera prestampa/stampa attraverso un PDF standard adeguato

L'argomento è molto complesso e l'articolo vuole dare una risposta ai tanti misunderstanding della filiera nella quale molti si sentono vittima di inefficienze di cui sono spesso loro stessi causa. Eppure basterebbe che ognuno facesse quello che gli compete e tutto sarebbe più semplice e certo. La tecnologia unita alle buone pratiche hanno dato una risposta a tutto (o quasi), ma è previsto che ognuno faccia la propria parte, cosa che non si verifica ancora a sufficienza. È soprattutto una mancanza di informazioni, mai date dalla scuola, che trascina in un groviglio di lamentele quasi tutti gli attori della filiera che preferiscono lamentarsi delle inefficienze altrui, a monte o a valle, piuttosto che imparare a fare la loro parte.
Non si capirebbe altrimenti il motivo di tante incomprensioni quando basterebbe che i grafici generassero PDF/X consapevoli e gli stampatori allineassero i loro impianti agli standard.

Leggi tutto

FOGRA 51 è più grande o più piccolo di FOGRA39?

Da tempo andiamo scrivendo che FOGRA51 è più piccolo di FOGRA39. La nostra fonte, che è ColorThink, sostiene che FOGRA51 è 386.692 ΔE mentre FOGRA39 è 402.279 ΔE, 3,8% di differenza. Non ci eravamo però mai posto il problema del perché di questa differenza che stride con la teoria che vorrebbe il contrario.

In effetti la stampa in FOGRA51 è fatta con gli stessi inchiostri e, sostanzialmente, sulla stessa carta e con lo stesso tipo di tecnologia di FOGRA39 che è l'offset. Dal che si può dedurre che l'unica differenza dovrebbe essere dovuta al fatto che la misurazione spettrofotometrica M1 consente a FOGRA51 di aumentare il Gamut misurato.

Leggi tutto

SCTV vs Murray-Davies, ovvero addio alle TVI?

Abbiamo già trattato di questo argomento nella sezione colore del blog nell'articolo SCTV per uniformare la risposta dei colori Spot in stampa dove abbiamo spiegato che attraverso questa tecnologia è possibile uniformare la risposta in stampa al risultato atteso che potrebbe essere, per esempio, ciò che abbiamo progettato e visto in Photoshop o in Illustrator. Prima dell'avvento di questa formula non era possibile ottenere una stampa coerente col monitor. La tecnologia, che lavora in colorimetria, può tranquillamente essere utilizzata anche per i colori di quadricromia. Per sincerarcene abbiamo fatto una sperimentazione sul FOGRA51, sul FOGRA52 e sulla nostra Additional Printing Condition per carta uso mano. I risultati sono molto interessanti.

Leggi tutto

Ottenere grigi neutri FOGRA51 e FOGRA52 in Photoshop

Abbiamo descritto in questa pagina quanto sia difficile definire una terna CMY se non si hanno sofisticati software di gestione colore e una caratterizzazione specifica di un supporto. Abbiamo però anche spiegato in quest'altra pagina che è possibile fare un controllo accurato della propria macchina da stampa senza nessuna particolare attrezzatura.

Qui diamo le istruzioni per ottenere i grigi neutri FOGRA51 e FOGRA52 in CMY utilizzando semplicemente i profili FOGRA51_CMY.icc e FOGRA52_CMY.icc che potete scaricare gratuitamente da qui.

Leggi tutto